My Writings. My Thoughts.

Dona il 5 per mille ad Aosta Iacta Est!

Dona il tuo tasto_5permille-e1362222174753Cinque per mille ad Aosta Iacta Est! Inserisci (e fai inserire!) il nostro codice fiscale (9105 3090 071) nella dichiarazione dei redditi: a te non costa niente, e a noi permette di portare avanti un progetto che è interamente volontario, ma che ha costi da sostenere. Il contributo ottenuto con il Cinque per mille ci ha permesso di coprire buona parte delle spese vive dell’associazione, dall’assicurazione alla struttura della ludoteca: scopri quello che facciamo con le cifre che otteniamo!

In cammino verso giocAosta

???Mancano poco meno di cinque mesi, alla prossima giocAosta, ma questi sono giorni di lavoro intenso: riunioni, accordi, idee e suggestioni vengono filati insieme per fare il tessuto della nostra grande festa, che tornerà in piazza Chanoux dal 18 al 20 agosto. Ieri abbiamo scoperto il primo simbolo della nuova edizione, il dado 2017: è una piccola emozione, ma è un tassello importante che ci fa capire che ormai siamo in cammino verso l’estate.
Abbiamo deciso che il tema di quest’anno sarà la meraviglia: lo declineremo in un modo che crediamo divertente, seguendo uno stimolo che è spuntato in uno dei tanti incontri di questi anni. Perché giocAosta, per noi è proprio questo: scoprire con meraviglia come siamo capaci di lavorare tutti insieme, con le nostre differenze e le nostre capacità, verso un obiettivo comune. Un obiettivo che è ancora piuttosto lontano nel tempo, ma che già prende forma e ci fa sentire il suo calore.
Insomma: siamo in cammino. Se avete idee da proporci, questo è il momento giusto. Perché la nona giocAosta sarà ancora più grande e ancora più ricca: perché la nostra festa, preparata a lungo, sarà gustosa per tutti noi che la prepariamo e per tutti quelli che vorranno condividerla. Sarà un successo.

Pandemic Legacy è il nostro Gioco dell’anno

pleg1a-1541x1140E’ Pandemic Legacy il vincitore del titolo di “Gioco dell’anno” che l’associazione Aosta Iacta Est ha scelto per il 2016. La votazione di fine anno, riservata ai soci, ha visto trionfare il gioco pubblicato in Italia Asterion Press/Asmodée, che porta a un nuovo livello l’esperienza di gioco del già gustoso Pandemic. Il valore rivoluzionario di Pandemic Legacy è nel portare a grande diffusione l’idea di un gioco che si evolve con il susseguirsi delle partite: ognuna lascia dei segni tangibili sugli elementi di gioco, cambiandoli per sempre. Così si attaccano adesivi sul tabellone, si strappano carte, di cambiano regole di continuo: il tutto in un’esperienza narrativa forte, che porta i giocatori a combattere la diffusione di quattro terribili malattie in tutto il mondo.

Il successo del gioco lo ha portato in cima alla prestigiosa classifica di Boardgamegeek: la notizia che molti attendevano è che in estate uscirà un Pandemic Legacy – Sesason 2 per colmare i desideri di chi ha giocato a fondo la prima epopea firmata da Matt Leacock e Rob Daviau.

Il titolo di Gioco dell’anno di Aosta Iacta Est va ogni anno al gioco che più è piaciuto agli aostani ludici, scelto senza nessuna limitazione tra le scatole che hanno popolato i nostri appuntamenti. Questo il palmarès del premio:
2016 – Pandemic Legacy
2015 – Nome in codice
2014 – Sherlock Holmes Consulente Investigativo
2013 – Wherewolf
2012 – Seasons
2011 – 7 Wonders
2010 – Carcassonne

Vota e vinci il gioco dell’anno 2016!

votingOgni anno Aosta Iacta Est elegge il gioco che più è piaciuto agli aostani ludici, scelto tra i tanti che si sono giocati nei dodici mesi passati. Vota e vinci anche tu!
Tutti i soci possono votare fino a tre titoli, compilando il mini-questionario che si trova all’indirizzo https://goo.gl/forms/zdypetEzJSaiDyKy1: alla cena di Natale, tra i votanti verrà estratta una scatola del gioco vincitore.
E se non sei ancora socio… è l’occasione giusta per iscriverti! Tessera 2016+2017 a soli 12 euro!

È stato un successo!

IMG_2552

Certo ci sono i numeri, che quando si organizza qualcosa di grande sono importanti per capire se è stata solo grande o davvero grande. E i numeri, quest’anno, entusiasmano e confermano una crescita che ogni volta ci sorprende. Ma quello che ci è rimasto di questa ottava giocAosta è tanto di più: qualcosa che non riesce a stare tutto negli occhi, e allora trova posto nel cuore. Abbiamo visto una città trasformata, una piazza viva e incredibilmente variegata, sorridente, entusiasta. Quello che era un sogno colorato di giallo è diventato ancora una volta realtà, più bella e più grande che mai.

Quando iniziamo a lavorare a giocAosta, in autunno, non sappiamo mai a che cosa andiamo incontro. Costruiamo su fondamenta sempre più solide, ma proviamo ogni anno un progetto in gran parte nuovo: perché i costruttori cambiano ogni volta un po’, e perché vogliamo lasciare spazio alla fantasia. La progettazione quindi si nutre di certezze e di incognite, di sicurezze e di scommesse. Per questo, al momento dell’inaugurazione, eravamo tutti a darci pacche sulle spalle e a ridere fra noi. Ma siamo dovuti correre ai nostri posti, perché fin da subito gli amici di giocAosta si affollavano in ludoteca, in segreteria, tra i giochi giganti. E così è stato per tre giorni, pieni di volti e di slanci, di conferme e di novità. Con tante, tantissime persone che aspettavano il ritorno della nostra festa per viverlo fino in fondo.

Vi lasciamo quindi alle foto, alle cifre, alle tante cose che abbiamo in programma, ringraziando tutti coloro che sono venuti a vivere questa festa con noi o che ci hanno aiutato a renderla possibile. Ma soprattutto vi guardiamo sorridenti, con le facce dei 231 volontari che ancora una volta hanno reso possibile giocAosta. E che, mentre riordinavano la piazza e lasciavano che la normalità tornasse sovrana, stavano già pensando a cosa fare nell’edizione 2017. Perché giocAosta è diventata molto più di un evento: è diventata uno spazio collettivo che aspetta il momento giusto per essere travolgente. Insomma: è stato un successo. E siamo già al lavoro sul prossimo anno: sarà un successo!